Giovedì 23 Giugno 2016, h 17.30
Ci dispiace di non poter accogliere tutte le richieste
di partecipazione quindi, come al solito, è necessario inviare una domanda a: psicoanalisipisa@gmail.com
Tel.: 3281698389

Pagina facebook: manoAmano


ULTIMO SEMINARIO PRIMA DELLE VACANZE ESTIVE:

L'argomento verterà su: “Difficoltà di elaborazione del pensiero nel paradiso della tecnica”. Oggi molte persone, giovani in particolare, hanno difficoltà mentali e di comunicazione con gli altri. I sentimenti sono mal definiti e imperversano risposte e reazioni non mediate. Il controllo delle pulsioni sembra essere diventato sempre più difficile. Può la tecnologia essere d'aiuto oppure no? 




Giovedì 07 Aprile 2016
Per partecipare ai seminari è necessario prenotare
presso l'Associazione. Tel.: 3281698389
Inizio ore 17:30
Pagina facebook: manoAmano


“NECESSITA' UMANE E VOLONTA' DEL CAPITALISMO”:
L’ultimo seminario sulla gelosia del 7 Aprile scorso ha lasciato emergere temi molto interessanti, tra questi si è andato definendo un argomento che sarà l’oggetto del nuovo incontro. Il prossimo seminario, si svolgerà
giovedì 28 Aprile alle ore 17,30 a Pisa in via Manzoni 11



Giovedì 07 Aprile 2016
Per partecipare ai seminari è necessario prenotare
presso l'Associazione. Tel.: 3281698389
Inizio ore 17:30
Pagina facebook: manoAmano


Gelosia:
“un inquieto bisogno di tirannia applicato alle cose d’amore”
(M. Proust)


 

(Sabato 18 Ottobre 2008 ore 17:00)

Relatore: Roberto Bichisecchi

Il futuro della relazione madre-bambino

DANIEL STERN

I primi scritti sulla relazione precoce madre bambino di Daniel Stern, figura innovativa nel panorama psicoanalitico, hanno aperto nuove prospettive di studio e di riflessione nel campo dello sviluppo infantile e nella teoria del funzionamento mentale. Negli ultimi scritti propone nuove modalità di osservazione e migliori approcci terapeutici.Che cosa accade quando due menti si incontrano e sviluppano un’esperienza condivisa ? Come vivono e ricordano l’esperienza del momento ?



(Sabato 8 Novembre 2008 ore 17:00)

Relatore: Luca Pupeschi

Quando un medico prescrive un farmaco
prescrive se stesso.

MICHAEL BALINT

E' necessario che il medico, il terapeuta rifletta sul modo in cui utilizza, con il paziente, la propria personalità, le proprie convinzioni scientifiche e taluni schemi di reazioni automatiche: la modificazione, seppure parziale, di alcune modalità di rapporto, durante la diagnosi e il trattamento, può rendere infatti più incisiva la sua azione e più lucida la sua capacità di comprensione.
La ricerca di Balint sulle fasi originarie della vita psichica e sul narcisismo lo portarono a sviluppare il concetto di “amore primario”, cioè il bisogno di amore incondizionato che si esprime anche nel transfert, e di “difetto di base”, con cui individua, nella delusione provata nelle prime relazioni oggettuali, la fonte di molti disturbi psichici.



(Sabato 8 Dicembre 2008ore 17:00)

Relatore: Roberto Caluri

La sanità della famiglia deriva dalla sanità emotiva
delle persone che la compongono.


DONALD WINNICOTT

Donald Winnicott è stata una personalità d’eccezione. Scevro da dogmatismi e profondamente ancorato al valore delle proprie osservazioni, fu un analista del tutto originale in campo clinico e teorico. Si occupò della natura delle relazioni, a cominciare da quella fondante madre-bambino. La sua espressione ‘madre sufficientemente buona’ sintetizza la convinzione che i genitori non devono raggiungere livelli di perfezione per far crescere figli psicologicamente sani. Il concetto più noto, è quello dell’ oggetto transizionale, il giocattolo o la coperta a cui il bambino si mostra profondamente attaccato



(Sabato 17 Gennaio 2009 ore 17:00)

Relatore:Walter Giubbilini

Ogni individuo porta in se
l'intera forma della condizione umana.


STANLEY GREENSPAN

Stanley Greenspan ha cercato con coraggio di sviluppare un metodo basato sull’assunto che è lo scambio di segnali emotivi a formare le basi per l’apprendimento nel bambino.
Così, mentre la maggior parte dei terapeuti allenavano i bambini a compiere ripetutamente gli stessi esercizi, Greenspan cercava di allenare i genitori e gli insegnanti ad agganciare le emozioni dei bambini, anche di quelli più ritirati e privi di scopi, con l’obiettivo di trasformare un comportamento ripetitivo in una interazione di gioco caldo e piacevole.



(Sabato 7 Febbraio 2009 ore 17:00)

Relatore: Roberto Caluri

Alle radici del legame affettivo tra madre e bambino

JOHN BOWLBY

Bowlby riuscì a dimostrare che i bambini, privati delle cure materne, possono determinare gravi danni, talvolta permanenti alla formazione del carattere e quindi alla personalità adulta. Osservò che lo sviluppo dell’io e del Super-io è legato ai primi rapporti umani e può avvenire soltanto se questi rapporti sono soddisfacenti. La presenza della figura materna è di fondamentale importanza nel primo anno di vita e fino al terzo. Il bambino sviluppa la capacità di mantenere un legame, in assenza della madre, verso i quattro-cinque anni e solo attorno ai sette-otto anni il bambino può sostenere, con difficoltà, un’assenza della madre per molti mesi.


 

(Sabato 7 Marzo 2009 ore 17:00)

Relatore: Monica Ferri

Arte e psicoanalisi condividono l’oggetto
della loro ricerca e della loro aspirazione.

DONALD MELTZER

Com'è possibile osservare dai suoi lavori, egli adotta, come punto di partenza, gli elementi emergenti dall'osservazione clinica, sfrontandoli dai rivestimenti illusori, ideologici e da tutte le costruzioni teoriche non unite all'osservazione. La nascita e il primo rapporto con la madre permettono al bambino di vivere l'esperienza "estetica", fonte di vita ma anche di conflitti spesso ineliminabili che costituiscono l'insieme della psicopatologia, da quella più grave, autistica, psicotica.


Siti amici

Associazione delle Associazioni Livornesi per la Scienza e la tecnologia